Teresa M. Rauzino

Teresa M. Rauzino

Teresa Maria Rauzino, nata a Peschici il 27 gennaio 1955, si è laureata con 110 e lode in lettere moderne all’Università degli Studi di Firenze, con una tesi su “La Provincia di Foggia durante il regime fascista”, curata dal professor Rosario Villari. Nel 1997 ha fondato a Peschici il Centro Studi “Giuseppe Martella”. Oltre alle ricerche di vasto respiro, collabora attivamente con le Istituzioni e gli enti locali per una sempre maggiore valorizzazione del patrimonio culturale, artistico del territorio. Da anni sta sensibilizzando l’opinione pubblica al recupero dell’antica Abbazia di Kàlena. Come presidente del Centro, ha organizzato giornate di studio, i cui atti sono editi nella collana I luoghi della memoria. Ha inoltre curato la pubblicazione delle seguenti opere: “Chiesa e religiosità popolare a Peschici” (Iaconeta, Vieste 1999); “Adottiamo i centri storici del  Gargano Nord” (Rodi 1999); “Sangillo Opere. Spazi densi alla moviola dell’anima” (Grenzi, Foggia 2000); “Ischitella e il Varano dai primi insediamenti agli ultimi feudatari” (Cannarsa, Vasto 2003); è coautrice del volume “Salviamo Kàlena. Un’agonia di pietra” a cura di Liana Bertoldi Lenoci (Foggia 2003). Il suo volume “Il Regio LiceoLanza. Dalle Scuole Pie agli anni del regime”  (Foggia, 2004) è stato segnalato tra le migliori monografie del biennio 2003-2004 ai concorsi nazionali di saggistica storica “Premio Capitanata” e “Premio Conversano- Marangelli”. È coautrice con Giuseppe Talamoe Cosma Siani del volume “Figure egemoni del Novecento. Del Giudice- Maratea e Soccio”, (Schena, 2006) e del volume di AAVV, Atti del Convegno nazionale“La formazione umana e culturale di Pietro Giannone” a cura di Giuseppe De Matteis, edito dal Centro Grafico Francescano, Foggia, 2007. Infine, con Liana Bertoldi Lenoci ha curato il volume di AA.VV. ”Chiesa e religiosità popolare a Peschici. Itinerari del Parco Letterario San Michele Arcangelo-Gargano segreto” (Edizioni Centro Grafico Francescano, Foggia 2008). È socia della Società di storia Patria della Puglia. Giornalista pubblicista, collabora  con le pagine culturali del “Corriere del Mezzogiorno - Corriere della Sera”, “Il Gargano nuovo”, “L’Attacco” e “Diomede” ecura il sito internet microstorie.net Nel 2009 ha vinto il premio Internazionale “Torre di Belloluogo”. Col saggio “San Michele Arcangelo Monte Sant’Angelo” ha collaborato a “Feste e Riti d’Italia, 1-Il Sud”, a cura di Stefania Massari (De Luca, Roma 2009).
TerritorioAnno 2 N°4

“Il Gargano Nuovo” piange Antonio Flaman

È scomparso di recente uno dei fondatori del più longevo giornale garganico che per decenni ha sostenuto con passione e attento impegno su molti versanti. Antonio Flaman, indimenticato presidente dell’Associazione e del mensile ‘Il Gargano Nuovo’, è scomparso lo scorso 25 gennaio, dopo 87 anni di vita spesa intensamente.