LiveAnno 1 N°1 NS

Murales e fumetti

Condividi

Ogni anno, a maggio, una originale proposta-di contaminazione culturale con l’incontro e l’interscambio-tra Street Art e Arte del Fumetto-Stornara, piccolo borgo del Basso Tavoliere, da alcuni anni è diventata la Mecca-della Street Art, non solo di Puglia ma, probabilmente, anche oltre.
La cittadina in provincia di Foggia, nel giro-di pochi anni, è assurta a questo inaspettato-ruolo grazie all’azione di “Stornara Life Aps” e-agli ottanta murales realizzati dalle sapienti-mani di artisti provenienti da tutte le parti-del mondo, nell’ àmbito del Festival annuale-di Street Art “Stramurales”.
Proprio questa manifestazione, diventata una realtà artistica e culturale di grande-importanza grazie a Lino Lombardi, ha dato-vita nel corso degli anni ad un museo a cielo-aperto, sempre visitabile, ed è stato arricchito dalla partecipazione di artisti di fama-internazionale.
Nel corso di due intense giornate, il 7 e-8 maggio scorsi, all’interno dell’isola pedonale di Via Ettore Fieramosca e di Piazza-della Repubblica, si è svolta la Rassegna-“Comix Street”, organizzata dall’associazione-di promozione sociale “Stornara Life Aps” in-collaborazione con il disegnatore e docente-Giuseppe Guida, Direttore Artistico del “Festival del Nerd” e nome di punta del fumettismo-nazionale. Anche il quotidiano “Il Mattino di-Puglia e Basilicata” è stato presente all’evento-con il blog “Le nuvole parlanti”, che ha gestito-uno spazio dedicato alle interviste ai fumettisti presenti.
La rassegna di maggio rappresenta una-nuova proposta di contaminazione culturale,-in quanto realizza l’incontro e l’interscambio-tra Street Art e Arte del Fumetto.
In questa “due giorni” erano presenti a-Stornara famosi artisti della Street Art, con-l’intento di realizzare murales ispirati all’arte-del fumetto, come Devil, noto street artist di-Capurso, The Gaetan-Gaetano Procacci,-un writer che nei suoi lavori murali dipinge-l’ossessione verso l’ambiente lavorativo e l’incomprensione esistenziale; Tony Espinar, un-urban artist spagnolo, che esprime il suo talento dipingendo murales ricchi di riferimenti-live-FESTIVAL DEL FUMETTO live & STREET ART-live 19-culturali ed allegorici.
Il fitto programma ha visto la Scuola del Fumetto Gulliver (sede di Foggia)-presentare i propri corsi attraverso le-performance degli allievi, quindi l’attesa-esposizione dei lavori.
Davvero tanti quest’anno gli artisti-stranieri presenti a Stornara. Ai già citati si aggiungono Wanda Hutira, un’artista proveniente dalla Romania, Alaniz-Niz, artista argentino che ha già lasciato a Stornara nelle precedenti edizioni-dello “Stramurales” capolavori di straordinaria bellezza ed intrisi di profondo-significato.
Nell’Area Fumetto il consueto firmacopie degli autori ospiti, e per gli Incontri con l’autore spazio a “Giulio Giordano e il suo Diabolik”. Altrettanto per lo-Splash Archivio Andrea Pazienza – MAT-Museo San Severo, con la presentazione di “Andrea Pazienza e i suoi murales”.
L’associazione OltreBabele di Cerignola ha curato il workshop con i fumettisti Giuseppe Sansone e Giuseppe-Guida, al quale ha fatto seguito la consueta e intrigante sfilata dei Cosplay,-con una madrina d’eccezione: Monica-Shizuka Borrelli.
Tra le varie proposte di questo-evento la performance delle scuole,-che si sono misurate in “Disegnando-una storia a fumetti”, e quelle del prof.
Antonino Foti dell’Accademia delle Belle-Arti di Foggia, e di Giulio Giordano, fumettista che ha appena pubblicato la-graphic novel del film su Diabolik.
Nell’Area Interviste la giornalista Alessia Paragone del quotidiano-“Il Mattino di Puglia e Basilicata” e nostra collaboratrice, ha incontrato Giulio-Giordano e Giuseppe Sansone, fumettista disneyano che ha presentato il libro-“Fuga da Diversilandia”.
Spazio, infine, al Laboratorio MIraArte in tavola e alla presentazione del-murales “Un volo speciale” a cura del-foggiano Giuseppe Guida, Direttore artistico del Festival del Nerd, ma anche-al colorato mondo dei Cosplayer con-Monica Shizuka Borrelli, una delle più-importanti e versatili cosplayer degli-ultimi anni, con più di quaranta costumi-all’attivo.
Sicuramente Stornara non rappresenta una mèta turistica, ma per i motivi che abbiamo brevemente descritto,-avete ora una ragione per conoscerla,-visitarla e restare affascinati alla vista-di quasi un centinaio di murales firmati-da artisti di fama anche internazionale.
Nonostante il maltempo, non sono-mancate le esibizioni live dei fumettisti, degli youtuber e dei cosplayer ospiti-della manifestazione.
In fondo, se davvero Stornara rappresenta una sorta di Mecca nel suo-piccolo, almeno una volta nella vita-dovrete venirci.

Il ritorno di "Diomede". Come abbonarsi
Abbonarsi a una rivista come “Diomede” non significa solo assicurarsi le copie cartacee e digitali previste in un anno. Significa condividere una sfida, incoraggiare in maniera concreta un progetto editoriale a diventare adulto. Chi si abbona, ci consente di pubblicare “la rivista più bella mai esistita a Foggia”, come l’hanno a suo tempo definita.
Il ritorno di "Diomede". Come abbonarsi
Abbonarsi a una rivista come “Diomede” non significa solo assicurarsi le copie cartacee e digitali previste in un anno. Significa condividere una sfida, incoraggiare in maniera concreta un progetto editoriale a diventare adulto. Chi si abbona, ci consente di pubblicare “la rivista più bella mai esistita a Foggia”, come l’hanno a suo tempo definita.