AttualitàDiomede Extra

Anche l’Archivio di Stato di Foggia alle Giornate Europee del Patrimonio 2022

Condividi

Tornano sabato 24 e domenica 25 settembre le GEP – Giornate Europee del Patrimonio (European Heritage Days), la più estesa e partecipata manifestazione culturale d’Europa.

Il tema italiano delle GEP 2022 “Patrimonio culturale sostenibile: un’eredità per il futuro” riprende e amplia lo slogan europeo “Sustainable Heritage” e lo amplia con una riflessione sul patrimonio culturale come eredità per le generazioni future.

Per l’occorrenza l’Archivio di Stato di Foggia, Ufficio periferico del MiC e centro gravitazionale e propulsivo della cultura nella Provincia di Foggia, al fine di coinvolgere quanto più possibile la Comunità e il Territorio di Capitanata verso le tematiche riguardanti la sostenibilità del patrimonio culturale, aderisce all’iniziativa promuovendo il territorio e i suoi talenti. Quest’anno l’attenzione verso i nostri luoghi ci ha portati a sostenere, per quanto di competenza, la candidatura di Monte Sant’Angelo a Capitale della Cultura 2025 e la divulgazione di storie e culture del Gargano. A tal fine, dopo la divulgazione della notizia alla 79ª Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, in anteprima a Foggia sarà presentata la candidatura al pubblico “Monte Sant’Angelo Capitale della Cultura 2025” e contemporaneamente la mostra “Monte Sant’Angelo e le zone verdi di Capitanata”; seguirà la presentazione del libro “Nel Gargano del pellegrino”.

 

L’intero programma verrà esposto in

CONFERENZA STAMPA     Giovedì 22 settembre ore 11:00

SALA CONVEGNI PALAZZO FILIASI – Presentazione programma ai giornalisti che potranno relazionarsi con i dott. Massimo Mastroiorio, dott. Alfredo de Biase e i rappresentanti istituzionali coinvolti nell’iniziativa.

Il ritorno di "Diomede". Come abbonarsi
Abbonarsi a una rivista come “Diomede” non significa solo assicurarsi le copie cartacee e digitali previste in un anno. Significa condividere una sfida, incoraggiare in maniera concreta un progetto editoriale a diventare adulto. Chi si abbona, ci consente di pubblicare “la rivista più bella mai esistita a Foggia”, come l’hanno a suo tempo definita.
Il ritorno di "Diomede". Come abbonarsi
Abbonarsi a una rivista come “Diomede” non significa solo assicurarsi le copie cartacee e digitali previste in un anno. Significa condividere una sfida, incoraggiare in maniera concreta un progetto editoriale a diventare adulto. Chi si abbona, ci consente di pubblicare “la rivista più bella mai esistita a Foggia”, come l’hanno a suo tempo definita.