Cultura VivaAnno 2 N°5

ELCE il mensile nato su un campo da calcio

Condividi

Il periodico “Elce” nasce come organo di stampa dell’Unione Sportiva Elce Deliceto (da cui prende il nome) e vede la sua prima uscita nel lontano ottobre 2002.
È gestito integralmente da Gerardo Ippolito (un commerciante locale e allenatore della squadra), e da Pietro Doto (calciatore e laureando in Lettere) e Pasquale Capano (calciatore e appassionato di grafica), con la collaborazione di vari atleti e la supervisione della società sportiva.
«È il primo periodico d’informazione locale – spiega Capano – che affronta tutte le tematiche riguardanti la nostra cittadina nella quale emergono sempre più richieste di comunicazione e informazione». La rivista si propone di dar voce ad un territorio povero di attenzioni, come il Subappennino, e che non riesce a trovare il proprio spazio sulle pagine delle più quotate testate giornalistiche.
«Nonostante le normali difficoltà, soprattutto economiche ed organizzative, il giornale – precisa ancora Capano – procede spedito rispettando la sua cadenza mensile, spaziando in ogni argomento (con unica eccezione della politica, scelta editoriale coraggiosa ma dimostratasi vincente), aumentando il numero dei collaboratori e riscuotendo sempre più interesse, anche e soprattutto da parte di quei tanti sostenitori che sono la linfa vitale del suo sostentamento, facendo dell’impegno e della passione le basi portanti».
In breve il periodico diventa «il Giornale di Deliceto», rappresentando un motivo di vanto per tutto il paese ma anche per le realtà che travalicano le mura locali. «Una crescita graduale che porta il giornale, a giugno 2006, a collegarsi col  capoluogo. A Foggia, infatti, nasce la collaborazione con la Diconsulting. Il giornale cambia pelle, è stampato a colori e affronta una nuova sfida proponendosi come periodico d’informazione sociale e culturale di Deliceto». Da questo momento in poi il giornale si distacca dall’U.S. Elce e nasce Elce in Progress, di Gerardo Ippolito, un’agenzia pubblicitaria che
edita il periodico.
La crescita continua in maniera costante e a marzo 2007 nascono ad Accadia, Bovino e Sant’Agata redazioni locali, libere e autogestite, con uno spazio autonomo sul periodico.
«Questa novità ha come scopo quello di creare qualcosa di più ampio e di più ambizioso: un organo di stampa che non si limiti ad affrontare solo le tematiche locali ma che sia strumento di confronto e di informazione di un intero comprensorio, accumunato da una stessa cultura, da una stessa tradizione e dalle stesse problematiche».

SCHEDA TECNICA
Testata: Elce. Periodico d’informazione sociale e culturale di Deliceto, Accadia, Bovino e S. Agata di Puglia
Periodicità: mensile
Editore: Gerardo Ippolito
Direttore Responsabile: Pietro Doto
Vice direttore: Michele Roselli
Redazione: Mattia Bizzarro, Pasquale Capano,
Francesco Bellebuono, Mattia Mascia
Formato: A4 (cm 21×29,7), 32 pagine autocopertinate stampate in quadricromia
Sede centrale: Via Borgo Gavitelle, 22/c
71026 Deliceto (Foggia)
Sede operativa: Corso Regina Margherita, 56
71026 Deliceto (Foggia)
Redazione: telefax. 0881.96.37.71
e.mail: newselce@libero.it

Il ritorno di "Diomede". Come abbonarsi
Abbonarsi a una rivista come “Diomede” non significa solo assicurarsi le copie cartacee e digitali previste in un anno. Significa condividere una sfida, incoraggiare in maniera concreta un progetto editoriale a diventare adulto. Chi si abbona, ci consente di pubblicare “la rivista più bella mai esistita a Foggia”, come l’hanno a suo tempo definita.
Il ritorno di "Diomede". Come abbonarsi
Abbonarsi a una rivista come “Diomede” non significa solo assicurarsi le copie cartacee e digitali previste in un anno. Significa condividere una sfida, incoraggiare in maniera concreta un progetto editoriale a diventare adulto. Chi si abbona, ci consente di pubblicare “la rivista più bella mai esistita a Foggia”, come l’hanno a suo tempo definita.